Greco di Tufo D.o.c.g

Denominazione di origine controllata

It derives from the homonym vine dating back to the ancient grapevines “aminee” of origin Aegean-anatolian.

Cultivated rather intensely in the average Valley of Sabato, more precisely in Tufo – principal center of crop – and in the neighboring countries, it produces small clusters, of gilded color, generally different.

These grapes give a wine that is of the most delicious that is given to taste: the Greco di Tufo. Of alcoholic gradation around 13%, it has color that goes from the pale yellow one to the gilded yellow, intense and pleasant perfume, delicate, agreeable and harmonius taste.

The Greco di Tufo is a wine to be consumed relatively young for the freshness of its taste. It’s very delicate on shellfishes and grilled fish but it also adapts well on the roast and strong courses. It likes particularly the white sauces.

It advises to serve fresh, at the temperature of 10°C.

Vini d’Italia – Gambero Rosso
Edizione 2012
Edizione 2011
Edizione 2010
Edizione 2009
Edizione 2008
Edizione 2007
Edizione 2005

Vini d’Italia – L’Espresso

Edizione 2014
Edizione 2012
Edizione 2009
Edizione 2008
Edizione 2007
Edizione 2006

Euposia
La rivista del Vino
Copertina al Greco do Tufo 2003

webmastGreco di Tufo D.o.c.g

Greco di Tufo D.o.c.g

Denominazione di origine controllata

Dal vitigno omonimo, di orgine egeo-anatolica, deriva questo vitigno, che produce grappoli piccoli, di colore dorato, in genere diversi (da qui l’antico nome latino di “aminea gemella”) le cui uve danno un vino tra i più squisiti che sia dato gustare.

Di gradazione alcolica intorno al 13,00%. Il Greco di Tufo ha profumo intenso e gradevolissimo, sapore delicato, amabile e armonioso. C

osì lo descrive il Veronelli: “colore giallo paglierino, lucido; bouquet folto, continuo, soave, sapore secco senza asperità, nutrito e tuttavia nervoso; stoffa delicata ed elegante; con la spigola in bianco ci ha fatto l’amore”.

E’ un vino da consumarsi relativamente giovane per la freschezza del suo gusto, Delicato su crostacei e grigliate di pesce, si adatta bene anche ad arrosti e piatti robusti,

Gradisce particolarmente le salse bianche. Si consiglia di servire fresco, alla temperatura di 10°C.

Vini d’Italia – Gambero Rosso
Edizione 2012
Edizione 2011
Edizione 2010
Edizione 2009
Edizione 2008
Edizione 2007
Edizione 2005

Vini d’Italia – L’Espresso

Edizione 2014
Edizione 2012
Edizione 2009
Edizione 2008
Edizione 2007
Edizione 2006

Euposia
La rivista del Vino
Copertina al Greco do Tufo 2003

webmastGreco di Tufo D.o.c.g